Argentina, Senato approva legge su “morte dignitosa” e su “identità sessuale”

Il Senato argentino ha approvato in via definitiva un testo di legge sulla “morte dignitosa” che garantisce ai malati terminali e alle loro famiglie maggiore spazio di intervento nelle ultime decisioni di vita.

In base alla nuova normativa – riporta la Bbc – i pazienti con malattie incurabili o degenerative o con danni fisici irreversibili possono rifiutare le cure mediche, se esiste un consenso scritto e firmato in precedenza. Finora invece era necessaria un’autorizzazione formale di un tribunale.

Ieri sera il Senato argentino ha anche approvato, dopo tre ore di dibattito e senza alcun voto contrario, la legge sulla “identità sessuale” che consente ai travestiti e ai transessuali di dichiarare il sesso a propria scelta, a seconda del “vissuto interiore e individuale (…) che può corrispondere o meno al sesso registrato alla nascita”.

Anche la legge sulla “morte dignitosa” è stata approvata con soli voti a favore o astensioni. Tutti i presenti hanno sottolineato che non si tratta di una legge che autorizza l’eutanasia: “L’obiettivo è il rispetto della volontà autonoma del paziente”, ha detto Jose Cano, che presiede la commissione Senato sulla salute.

L’Argentina, la cui popolazione è in maggioranza cattolica, è il primo paese latino-americano ad aver autorizzato nel 2010 il matrimonio tra persone dello stesso sesso.

http://www.tmnews.it/web/sezioni/news/PN_20120510_00244.shtml



        

Tieniti aggiornato. Leggi imolaoggi.itImolaOggi su Facebook

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *