Rafforzare nei marocchini in Italia legame con cultura d'origine
Scritto il 07/11/11 alle 15:22:44 GMT pubblicato da Una_via_per_Oriana
Europa degli idiotiApertura in tutta Italia di centri per la formazione di docenti all'utilizzo delle nuove tecnologie in lingua araba
Il ministero delle Comunita' marocchine all'estero e l'italiana Universita' Telematica Internazionale Uninettuno (Utiu) hanno sottoscritto un accordo di cooperazione per l'alfabetizzazione degli immigrati marocchini di tutte le eta' residenti in Italia.

L'intesa porta le firme del ministro Mohammed Ameur, del sottosegretario per l'Insegnamento scolastico Latifa El Abida e del rettore dell'Utiu, Maria Amata Garito.

Il progetto prevede l'apertura in tutta Italia di centri per la formazione di docenti all'utilizzo delle nuove tecnologie in lingua araba, per l'insegnamento a distanza e la formazione di giovani marocchini immigrati, con particolare attenzione ai bambini iscritti alle elementari e alla popolazione adulta femminile.

Gia' dal 2009 la Utiu ha istituito un corso per televisione dal titolo 'Imparo l'arabo, il tesoro delle Lettere', che e' trasmesso in Marocco dalla rete televisiva nazionale Snrt e in Italia da Rai Nettuno Sat e da Rai Due. Il corso, trasmesso sulla Snrt da quasi due anni, ha contribuito a ridurre il tasso di analfabetismo in Marocco in modo sensibile.

Un risultato che ha indotto il ministero delle Comunita' marocchine all'estero, con l'appoggio dell'ambasciatore del Regno del Marocco in Italia Hassan Abouyoub, a proporre alla Utiu un progetto per rafforzare negli immigrati marocchini in Italia il legame con la lingua e cultura d'origine.

L'Utiu e' la prima Universita' a distanza italiana riconosciuta come leader mondiale nello sviluppo di processi di apprendimento e insegnamento a distanza attraverso le nuove tecnologie.

ww.stranieriinitalia.it/attualita-al_via_la_formazione_a_distanza_per_i_marocchini_in_italia_13975.html

L'articolo e i commenti sono pubblicati sul sito: Una via per Oriana
La responsabilitÓ dei commenti Ŕ dei rispettivi autori.