I nuovi ordigni impiantati chirurgicamente a cui sta lavorando Al Qaeda

Il settimanale americano Newsweek è venuto a conoscenza dell’esistenza di un rapporto segreto, redatto e diffuso all’interno dei servizi segreti degli Stati Uniti, in cui vengono descritte dettagliatamente le tecniche con cui un gruppo di medici affiliati ad Al Qaeda sta sperimentando un ordigno da impiantare direttamente nel corpo degli attentatori kamikaze. É stato chiamato appunto “ordigno esplosivo improvvisato chirurgicamente impiantato” o più brevemente SIIED.

Newsweek non è venuto in possesso direttamente del rapporto ma è stato in grado di farsene raccontare il contenuto da una fonte del Governo Usa che per ovvi motivi è obbligata a restare anonima. Il rapporto descrive, in 15/20 pagine corredate di grafici e fotografie, le tecniche con cui starebbero cercando di impiantare gli ordigni nelle cosiddette “maniglie dell’amore”, gli accumuli adiposi che si formano attorno alla vita. Non è chiaro se i medici siano riusciti a sperimentare la tecnica già su un umano, ma quel che appare certo è che esperimenti sono stati fatti sui cani ed altri animali.

Se dovessero riuscire a perfezionare questa tecnica, trovando anche un sistema affidabile di innesco, al punto di renderla operativa allora molto probabilmente i SIIED saranno in grado di eludere anche i recenti e costosi body scanner installati negli aeroporti. Difficile però che mantengano la forma e la tecnologia qui descritta, dal momento che queste informazioni sono già in mano ai servizi di intelligence e per di più trapelate anche sulla stampa. […]

http://www.iljournal.it/2012/i-nuovi-ordigni-a-cui-sta-lavorando-al-qaeda/344053



        

Tieniti aggiornato. Leggi imolaoggi.itImolaOggi su Facebook

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *