La Danimarca chiude le frontiere “Troppi crimini degli immigrati”

Accordo tra il governo di Copenhagen e i partiti di estrema destra: reintrodotti i controlli alle frontiere con Germania e Svezia. Domani la Commissione Ue farà una proposta ai ministri dell’Interno sui criteri in base ai quali reintrodurre temporaneamente i controlli per frenare l’immigrazione dopo la richiesta di Francia e Italia.

Copenhagen ripristinerà i controlli alle frontiere con Germania e Svezia. Lo ha annunciato il ministro delle Finanze Claus Hjort Frederiksen dopo la conclusione di un accordo tra il governo e i partiti di estrema destra. Motivo della decisione l’aumento del crimine transfrontaliero. Il ritorno a controlli rafforzati nella Ue (tra i Paesi dello spazio Schengen) è stato recentemente auspicato da Francia e Italia dopo l’incontro di Villa Madama, a Roma, tra il premier Silvio Berlusconi e il presidente francese Nicolas Sarkozy. Domani la Commissione Ue farà una proposta ai ministri dell’Interno sui criteri in base ai quali reintrodurre temporaneamente i controlli per frenare l’immigrazione. La libera circolazione tra i Paesi è uno dei pilastri del mercato unico.

Il provvedimento “Abbiamo raggiunto un accordo sulla reintroduzione delle ispezioni doganali alle frontiera danese il prima possibile” ha annunciato Frederiksen secondo cui i nuovi controlli entreranno in vigore in due e tre settimane. Il ministro ha giustificate la decisione perché “durante gli scorsi anni abbiamo visto crescere i crimini transfrontalieri e questa scelta punta a frenare il problema. Costruiremo nuove strutture al confine danese-tedesco con nuovi sistemi elettronici e di indentificazione delle targhe auto”. Il ministro ha aggiunto che il personale di dogana sarà presente costantemente anche sul ponte di Oeresund che collega la Svezia alla Danimarca. […]

http://www.ilgiornale.it/esteri/11-05-2011/articolo-id=522531



        

Tieniti aggiornato. Leggi imolaoggi.itImolaOggi su Facebook

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *