Libia: 50 cristiani arrestati a Bengasi per motivi religiosi

3 marzo – (AGI) Tripoli – I cristiani sono tornati nel mirino in Libia.
Cinquanta copti (la minoranza cristiana egiziana) sono stati arrestati a Bengasi con l’accusa di proselitismo. Le autorita’ del capoluogo della Cirenaica hanno riferito che gli arrestati avevano con se grandi quantita’ di bibie, immagini di Gesu’ e di Bendetto XVI.

I 50 sono stati anche accusati di ingresso illegale nel Paese, per cui dopo una breve detenzione saranno espulsi. Lo scorso mese, sempre a Bengasi, 4 cristiani stranieri, erano stati arrestati per aver distribuito copie di bibbie e vangeli .



        

Tieniti aggiornato. Leggi imolaoggi.itImolaOggi su Facebook

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *