Home > Immigrazione > Lite dopo Juve-Milan, marocchino accoltella amico e brucia casa

Lite dopo Juve-Milan, marocchino accoltella amico e brucia casa

CASARANO – Ubriaco, litiga dopo la partita vista in televisione fra Juventus e Milan con un amico, dopodiché lo aggredisce armato di coltello e, dulcis in fundo, mette fuoco all’abitazione in cui abitano. Notte di follia, all’ombra della gara di Coppa Italia, in un piccolo immobile di via delle Industrie, a Casarano. In arresto, con le accuse di tentato omicidio e incendio doloso, è finito un manovale marocchino, Kard Jawad, 33enne.

La vittima è un connazionale e coetaneo di Jawad, venditore ambulante, da tempo residente a Casarano. Sul posto, per le indagini, sono intervenuti i carabinieri della compagnia locale, coordinati da capitano Aniello Mattera, che hanno ricostruito i fatti, stringendo le manette ai polsi dell’extracomunitario.

I militari, infatti hanno scoperto che Jawad, in completo stato di ubriachezza, dopo la partita, ha iniziato una lunga discussione, sia con il suo coinquilino, sia con un loro conoscente, anch’egli marocchino, ospite proprio per l’occasione. La controversia sportiva, purtroppo, è però degenerata a tal punto, che, in modo del tutto improvviso, Jawad ha deciso di afferrare un lungo coltello da cucina e, sotto i fumi dell’alcool, che di certo gli hanno fatto perdere i freni inibitori, ha iniziato a colpire al volto e alla testa il povero connazionale. […]

http://casarano.lecceprima.it/lite-dopo-juve-milan-assale-l-amico-con-coltello-e-incendia-casa.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *