Terrorismo islamico, Isis contro la Francia “ha insultato il profeta”

isis

 

– I jihadisti dello stato islamico hanno rivendicato sul web gli attentati di ieri sera a Parigi, “capitale degli abomini e della perversione, che porta la bandiera della croce in Europa”.Secondo quanto si legge in un comunicato pubblicato su internet, “il bilancio degli attacchi è di minimo 200 crociati uccisi e un numero ancora maggiore di feriti”.

“La Francia e coloro che seguono il suo esempio devono sapere che restano i principali obiettivi dello Stato islamico e che continueranno a sentire l’odore della morte per avere preso la guida dei crociati, per avere insultato il nostro Profeta“, si legge sul comunicato. “Questo attacco non è che l’inizio della tempesta e un avvertimento per coloro che vogliono meditare e trarre delel lezioni”, si conclude.

Francois Hollande è “l’imbecille di Francia”, i bersagli degli attentati sono stati scelti “minuziosamente”. E’ quello che afferma lo Stato Islamico nella sua rivendicazione delle stragi di venerdì sera a Parigi, costate la vita ad almeno 127 persone.”Otto fratelli che indossavano cinture esplosive e avevano fucili d’assalto hanno preso come obiettivi luoghi scelti minuziosamente nella loro avanzata nel cuore della capitale francese”, si legge nella rivendicazione, “lo Stade de France durante la partita tra i due Paesi crociati – la Francia e la Germania – al quale assisteva l’imbecille di Francia, Francois Hollande, il Bataclan, dove erano radunati centinaia di idolatri in una festa della perversione oltre che altri obiettivi nel decimo, undicesimo e diciottesimo arrondissement”.  (askanews)



        

Tieniti aggiornato. Leggi imolaoggi.itImolaOggi su Facebook

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *