Rivoluzione demografica in Usa, i bianchi non sono più la maggioranza

Rivoluzione demografica negli Stati Uniti. Per la prima volta nella storia, la maggior parte dei neonati americani appartengono alle minoranze etniche, lasciando intravedere un futuro nel quale i bianchi non saranno più la maggioranza.

Secondo le stime, lo scorso anno il 50,4% dei bambini di età inferiore a un anno erano ispanici, neri, asiatici o appartenenti ad altre minoranze. Si tratta di quasi un punto percentuale in più rispetto al 49,5% registrato ad aprile 2010 nell’ambito del censimento decennale. Il ‘sorpasso’, segnalano gli esperti, si è avuto tre mesi dopo, nel luglio 2010.
Le ultime stime, che segnalano i cambiamenti intercorsi dall’ultimo censimento, sono il riflesso di un’ondata migratoria iniziata quattro decenni fa. La trasformazione della composizione etnica e razziale della società americana ha inoltre subito un’accelerazione a casua dell’invecchiamento collettivo della popolazione bianca, specialmente se paragonata a quella ispanica. Il censimento di due anni fa ha previsto che i bianchi non ispanici non saranno più la maggioranza negli Stati Uniti nel 2042.

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/Rivoluzione-demografica-in-Usa-i-neonati-bianchi-non-sono-piu-la-maggioranza_313313221235.html



        

Tieniti aggiornato. Leggi imolaoggi.itImolaOggi su Facebook

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *