Home > Islam > Islamismo > Maometto? Un impostore privo di senso etico. Amante del potere. Gli islamici non si integreranno mai

Maometto? Un impostore privo di senso etico. Amante del potere. Gli islamici non si integreranno mai

Gli islamici non si integreranno mai. Troppo buonismo tra i cattolici fa male. Ali Agcaà fa i suoi interessi e recita la parte del profeta. Gli omosessuali, malati.

Ha destato clamore la notizia di un signore islamico che ha rapito la figlia ” rea” solo di voler vivere all’occidentale. E questo episodio ripropone il problema Islam.

Ne abbiamo parlato con lo psichiatra e criminologo, professor Francesco Bruno.

Professor Bruno, pensa che gli islamici possano realmente integrarsi?: ” assolutamente no e non lo affermo per motivi di ideologia o razzismo, ma dopo attenta analisi e studio”. Ci dica: ” l’ Islam é una religione violenta che all’uomo, a differenza del cristianesimo, non lascia libertà di scelta, al punto che ha coniato il dispregiativo infedele per chi non ha il suo credo. In sostanza, l’Islamico deve sempre e comunque rimarcare la sua differenza dovuta a motivi religiosi rispetto a chi la pensa diversamente. Loro non conoscono il concetto di amicizia, ma di appartenenza. O sei con loro o contro. Magari hanno più forte il legame di parentela, ma non l’amicizia. Istintivamente sono portati …

… al dominio, alla espansione, che rientra nella loro religione”. Insomma, l’Islam é una religione violenta: ” certamente violenta e quindi la loro integrazione nel tessuto sociale di un Paese non islamico é da considerarsi quasi impossibile”.

Professor Bruno, lei ha studiat il Corano per ragioni professionali, chi era Maometto?: ” non vorrei mancare  di sensibilità. Maometto era un uomo carismatico, dotato di enormi potenzialità di trascinatore. Un ottimo leader motivazionale. Ma nel suo dna vi era la logica della impostura, insomma un formidabile furbacchione o semplicemente un impostore, capace di ogni azione, anche priva di senso etico, pur di raggiungere il suo scopo.

Insomma, Maometto era definibile un soggetto amante del potere ed amorale. Senza remore etiche”.

Ultimamente é tornato di moda il turco Alì Agga, secondo lei ci fa?: ” egli ha dovuto fare il pazzo per convenienza, ma non é assolutamente scemo. Recita il ruolo con abilità, per racimolare cospicui fortune economiche. In sostanza, vuole soldi e basta. Mi sembra poco credibile e alla fine non dirà assolutamente nulla di rilevante per la semplice ragione che era un killer e ai killer i mandanti danno soldi e mai notizie. Altrimenti che mandanti seri sarebbero”.

Pensa che il buonismo nella Chiesa cattolica sia utile?: ” alt. Bisogna essere buoni, ma non fessi. Un eccessivo rilassamento etico, come finisce involontariamente con il fare qualche sacerdote o vescovo, si traduce in relativismo e caos, con i negativi risultati presenti sotto gli occhi di tutti”.

Il Portogallo da poco ha approvato la legge che legalizza le nozze gay: ” una cosa assurda. La sessualità ha senso se volta alla procreazione. Il matrimonio ha una duplice sfera: umana e relazionale e sacra e liturgica. Fuori di questi campi é libertinaggio. L’omosessualità, non ostante il parere di altri colleghi, é una anormalità, una patologia e un disturbo che si traduce in malattia”.

Bruno Volpe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *