Cremona – Case popolari, 46% agli immigrati

Gli uffici comunali hanno reso nota la graduatoria definitiva del bando di assegnazione degli alloggi popolari. Il dato che emerge subito è che a beneficiare del 46%delle case assegnate dal Comune entro il 2012 saranno residenti immigrati. Basti dire che, nelle prime 30 posizioni, se ne contano 14 e che, se si prende in considerazione un numero più ampio, i primi 50 posti ad esempio, si può rilevare come i residenti di origine straniera siano 23.

Va detto che chi è più sicuro di ottenere una abitazione è proprio chi è collocato nei primi 30. Il problema, infatti, è sempre il solito: le domande di alloggi ad affitto calmierato non fanno che aumentare, mentre, di contro, il numero degli stessi alloggi non aumenta. D’altra parte, sono state ben 540 le richieste presentate nei mesi scorsi, per la maggior parte un aggiornamento di domande già presentate, dal momento che la loro validità è triennale.

Una quantità decisamente insostenibile per un ente locale che, a causa di questa crisi, deve fare sempre di più i conti con una situazione di emergenza sociale, che ormai è arrivata a coinvolgere anche il cosiddetto ceto medio. […]

www.e-cremonaweb.it/index.php?option=com_content&view=article&id=559:case-popolari-46-agli-immigrati&catid=117:a-crema&Itemid=478

One thought on “Cremona – Case popolari, 46% agli immigrati

  1. Io sono una mamma di 39 anni e credetemi dalle mie foto nessuno pensa che sto’ male tutti i giorni, quando si va a chiedere un aiuto in comune basta che si ha due braccia e due gambe e un po’ di trucco e cosi’ per loro stai bene. Io prendo 290 euro e devo mantenermi con una bambina di quasi 6 anni ed ho due malattie rare e tanti altri disturbi dovuti a questa patologia rara che coinvolgono tutto il corpo e hanno il coraggio di dire che io sono fortunata perché avendo la casa all asta il mutuo non lo pago. L ignoranza la cattiveria e l indifferenza andrebbe punita soprattutto se viene dalle istituzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *